nobile oil group

Unioncamere Sicilia presenta i dati dell’Osservatorio economico

Partenza con il freno a mano per l’economia siciliana. Da gennaio a marzo 2012 il numero di imprese che ha chiuso i battenti (10.695) ha superato quello delle nuove iscrizioni (8.906), registrando un saldo negativo di 1.789 e una riduzione dello stock delle imprese pari al -0,49% (dati Movimprese). A soffrire di più sono le ditte individuali le cui cessazioni rappresentano l’82% del totale. Prende le mosse da questi dati l’indagine svolta dall’Osservatorio economico di Unioncamere Sicilia che verrà presentata venerdì 4 maggio, alle 9,30, a Palermo, presso la sede di Unioncamere Sicilia (via Emerico Amari 11 – 11° piano), nel corso della conferenza stampa “Economia a Colazione”, organizzata nell’ambito della X Giornata dell’economia.

«Siamo in presenza – commenta il presidente di Unioncamere Sicilia, Giuseppe Pace – di una fase di recessione che colpisce duramente il sistema imprenditoriale locale. L’incertezza dei mercati spinge ad essere più prudenti, soprattutto sul mercato interno, e limita gli investimenti in nuove attività. Allo stesso tempo, molte imprese sono costrette a chiudere schiacciate dal peso fiscale e sempre più in difficoltà con il sistema bancario. A pagarne le conseguenze sono soprattutto i piccoli imprenditori che rappresentato la quasi totalità del tessuto produttivo siciliano. Per questo bisogna mettere in campo tutte le misure necessarie al sostegno delle pmi, a partire dalle politiche del credito. Solo così si può ridare ossigeno alla Sicilia che produce».

Nel corso dell’incontro il professore Matteo Caroli, coordinatore dell’osservatorio economico, presenterà i risultati di un’indagine su “Le aspettative degli imprenditori siciliani per il prossimo semestre”, somministrata a un campione statisticamente significativo di aziende operanti nell’Isola.

 

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on mag 2nd, 2012 e catalogato in In Sicilia. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

Commenti chiusi



Ultima Ora