nobile oil group

Mademoiselle Zazie

Spazio alla sensualità, volgarità bandita: approda nella città dei templi l’antica forma di spettacolo e seduzione, oggi particolarmente in voga, denominata Burlesque.

Incuriositi dall’evento, (una performer burlesque in vetrina), in tantissimi si sono radunati davanti al concept store Folli Follie Cafè del Viale della Vittoria (Ag), per assistere ed immortalare la bellezza e bravura di Arezia Guarneri, in arte Mademoiselle Zazie. Indiscussa protagonista sotto i riflettori, la ballerina milanese ha incontrato il gusto e le aspettative degli organizzatori e dei tanti ammiratori.

L’evento Burlesque, tra curiosità e fascino, conferma anche ad Agrigento la partecipazione di un pubblico eterogeneo, senza contare i passanti che non hanno potuto fare a meno di fermarsi a ‘contemplare’ le movenze di Zazie. Ora come nel passato protagonista è la donna, la cui fisicità è enfatizzata da costumi leziosi, dove lo streep-tease, lascia tanto spazio all’immaginazione.

Lo spettacolo, suddiviso in quattro atti, ha visto la giovane danzatrice, cambiare altrettanti costumi a base di nastri, lustrini, piume, movenze sensuali, ammiccamenti al tempo stesso. Niente nudo, nessuna volgarità: al massimo un reggicalze sfilato via con ironia.

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on mag 6th, 2012 e catalogato in le miss di AgrigentoFlash. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

13 Risposte per “Mademoiselle Zazie”

  1. pucipù scrive:

    Mi dispiacciono i termini del tipo “bandita la volgarità”, “lascia spazio all’immaginazione”…beh effettivamente “l’artista” non era completamente nuda…le tonsille non le abbiamo viste! Hanno fatto tanto le donne in passato per guadagnarsi i più semplici e minimi diritti… e questa è la risposta giusta che le donne “emancipate” possono dare e perpetuare! Complimenti

  2. PINO scrive:

    A PUCIPU’, ALL’UOMO PIACERA’ SEMPRE LA GNOCCA CON O SENZA CERVELLO!!!

  3. pucipù scrive:

    Caro Pino, io non mi riferivo né alla bellezza( o come la chiami tu “gnoccaggine”) né tantomenoa ciò che piace agli uomini ( mi sembra alquanto svilente per il genere maschile ciò che hai scritto, ma questa è una mia opinione). Il mio commento si riferiva al fatto che si dia un altro nome o sia faccia passare per arte ciò che in realtà è uno spogliarello o meglio uno svilimento della donna in vetrina! Ai maschi fortunatamente non piace solo questo, credimi Pino…Comunque sia lo stesso spettacolo lo si può osservare nei negozi di macelleria… basta semplicemente immaginare i quarti di animale appesi in vetrina con qualche piuma o lustrino in più… e il gioco è fatto.

  4. vanessa scrive:

    Donna vuol dire anche dignità. Almeno per me che sono una donna. Non ho assistito allo spettacolo ma già guardando le foto della gente che stava li a guardare era shokkante. Capisco che siamo nel 2012 e che comunque il burlesque ormai viene considerato un arte…ma che caspista di arte è? Io non capisco…la sensualità di una donna ha molti modi per essere espressa…il burlesque potrebbe risultare sensuale ad alcuni uomini e poi diciamocela tutta qui ad Agrigento burlesque o no, anche se si vede una donna con una minigonna già viene guardata e commentata…questa è vergogna! perchè gli agrigentini, la maggior parte, non hanno ancora capito che ci sono donne che in minigonna hanno più dignità di una che ha una muta da sub. Sveglia agrigento. Allargate la vostra mentalità…

  5. elisabetta scrive:

    Il burlesque non è altro che uno spogliarello legalizzato e non volgare.
    Alla fine il nudo c’è sempre e a condire tutto c’è quella sensualità che piace all’uomo.
    sinceramente a me che sia spogliarello o che sia burlesque non mi piace, perchè puntalmente viene usata la donna per far brillare l’occhio dei maschetti e delle donne lesbo.
    E poi dico ad Agrigento il burlesque?
    Ma se manco posso mettere una magliettina un po scollata che appena cammino per le strade della città si sentono i commenti lordi e maniacali di quegli uomini inutili che popolano la nostra città.
    Ma finiamola! Cerchiamo di valorizzare la donna per il suo cervello, e non per le sue scollature.

  6. abraCAdaZZO scrive:

    va a finire che adesso il problema di agrigento è che le donne non possono mettersi in minigonna o scollate o entrambe. hahaha (rido). questo si che è “emancipare il cervello femminile”. il vero problema di agrigento semmai sono coloro che hanno 1 e vogliono far credere di avere 100.
    meditate fanciulle.. meditate.

  7. mahhh scrive:

    Anch’io sono una donna e come tale mi sento offesa dalla tv, dai calendari e da mille altre cose che sebbene sotto il nome arte umiliano la donna.
    Ma arrivare a criticare anche qualcosa in più di un semplice spogliarello è eccessivo.il burlesque era a Sanremo due anni fa.è uno spettacolo e come tale attira attenzioni.non siate ipocrite e bigotte….

  8. luco scrive:

    Bello iniziare con bandita la volgarità e poi vedere le foto che avete pubblicato..

  9. GARIBALDI scrive:

    Come uomo queste cose non fanno piacere in quanto la donna deve essere anche un’immaginazione dopo vista in vetrina,quasi nuda, io in quel bar non ci entrerò neanche dopo. Mentre a un uomo vero compreso ai siciliani piace vedere una donna con la minigonna.Ma rimane il sogno di scoprirla. Secondo me la sera dell’esibizione un padre e una mamma che passeggia al viale con banbini di età da otto a dodici anni, cosa fa si ferma o continua a camminare, in quanto sicuramente i bambini chiedono cosa sta succedendo dentro quello esercizio. Avendo avuto esperienze di abitare a Milano, sono certo che queste esibizioniste non trovano posto e vengono da noi. Mi meraviglio delle donne che non si sentono offese e poi scendono in piazza per i diritti, ma quali diritti di spogliarsi in vetrina.

  10. Beddra Matrix scrive:

    Quando sono entrato nella pagina mi sembrava di esser finito su Agrigentoporn.. La prossima volta che c’è una manifestazione di buttanesque pubblicizzatela meglio, complimenti per le foto ma certe cose vanno ammirate dal vivo!!

  11. Faustino scrive:

    Solo una parola: bellissima!

  12. nimportequoi scrive:

    due sole parole: che tristezza…

  13. Leonardo scrive:

    Noiosa, sedere e cosce bruttini, il tempo di tornare di moda sta pagliacciata e la solita Agrigento pecorona se ne impossessa.
    Quando questa città crescerà come mentalità, si smetterà di limitarsi a copiare tutto e si diffonderà invece un po’ di cultura che Stimoli le menti (e non noia su noia) allora Finalmente ci sarà un po’ di spazio per il benessere morale dei cittadini e dei turisti.
    Oltre alle gambe c’è di più…

Commenti chiusi



Ultima Ora