nobile oil group

Licata, pensionato denunciato per maltrattamento di animali

I carabinieri di Licata, con la collaborazione dell’Asp di Agrigento, al termine di alcune verifiche, hanno denunciato G.B., 62 anni, pensionato del luogo, per maltrattamento di animali. I recenti gravi episodi registrati negli ultimi tempi, quali l’uccisione di un uomo a Campobello di Licata, ed il ferimento di un’altra persona a Licata da parte di cani di grossa taglia, hanno infatti, indotto i militari dell’Arma ad intensificare i controlli nello specifico settore. Proprio nei giorni scorsi il 62enne è stato trovato in possesso nel proprio villino, ubicato in zona balneare tra Licata e Palma di Montechiaro, in possesso di due cani adulti di razza Molossoide, legati con una catena, senza che agli stessi venisse garantito uno spazio sufficiente a potersi muovere. Nell’occasione i carabinieri ed i sanitari dell’Asp hanno anche accertato, che gli animali erano sprovvisti di microchip e non iscritti all’anagrafe canina. Per tali ragioni i due cani sono stati posti sotto sequestro ed affidati al canile sanitario comunale.

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on mag 11th, 2012 e catalogato in Cronaca, Licata, SECONDO PIANO. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

1 Risposta per “Licata, pensionato denunciato per maltrattamento di animali”

  1. Simona scrive:

    Dispiace moltissimo per il povero signore deceduto a seguito dell’aggressione dei due cani, ma ora dico: Denunciato il proprietario dei cani, per maltrattamento di animali? E chi ha ordinato di uccidere i due cani, cosa ha fatto di diverso del signore accusato di aver maltrattato i due cani? E gli esecutori dell’uccisione dei due cani, forse non hanno maltrattato pure loro, anzi di più, gli animali? Che siamo bravi!!! Abbiamo abbattuto due cani che non si sono resi neanche conto, perchè appunto animali, di aver fatto quel danno e consideriamo “civili” chi uccide per punire animali inconsapevoli delle loro colpe. MANCHIAMO DI COERENZA

Commenti chiusi



Ultima Ora