nobile oil group

Ribera, non rispetta obblighi imposti: arrestato

I carabinieri della Tenenza di Ribera, in esecuzione di ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Sciacca, hanno arrestato Michiri Hedi, 27 anni, disoccupato, già noto alle forze dell’ordine, per la mancata osservanza dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, misura impostagli nell’agosto del 2011 per reati connessi agli stupefacenti. Dopo l’arresto l’extracomunitario è stato condotto dai militari dell’Arma nella propria abitazione in regime di detenzione domiciliare

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on mag 15th, 2012 e catalogato in Cronaca, Provincia. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

1 Risposta per “Ribera, non rispetta obblighi imposti: arrestato”

  1. Francesco scrive:

    Il problema degli extra comunitari (clandestini al 99,99%) è una piaga sociale che è stata sottovalutata da circa un trentennio, vuoi per la mentalità CLEMENTE degli europei, vuoi per l’enorme confusione che regna sul concetto di ACCOGLIENZA, vuoi, infine (tanto per non dilungarsi molto), per aver dimenticato che la clandestinità è un REATO PENALE a tutti gli effetti, non da poco tempo, ma da secoli, da millenni. La prima “confusione” è quella di scambiare il concetto di “STRANIERO” col concetto di “CLANDESTINO”. Lo straniero è uno “stranger” emulato ed osannato in tantissime canzoni italiane e d’oltre oceano. Il clandestino, al contrario, è uno che mette in costante pericolo la vita o l’incolumità delle persone del luogo, per il semplice motivo che non ha un volto, non ha un documento, non ha…….nulla da perdere! La mania di ACCOGLIENZA ha fatto perdere di vista la sua vera e genuina natura. I reati commessi dai clandestini sono talmente numerosi che (malgrado l’innato senso di clemenza della magistratura) hanno riempito le carceri fino a farle scoppiare! Si è arrivato al punto che un fatto costituente reato o, perlomeno, illecito, viene tollerato giornalmente anche se, tale reato o illecito, viene commesso CENTINAIA DI VOLTE al giorno. Mi riferisco all’ACCATTONAGGIO che ormai imperversa ovunque nella nostra citta e, verosimilmente, in ogni centimetro quadrato d’Italia e d’Europa. Si calcola che ogni cittadino, viene contattato mediamente 10 VOLTE al giorno, ora da questo, ora da quell’altro extra comunitario, clandestino, oppure di etnia rom, o di chissà quale angolo sperduto del nostro pianeta. Le persone ANZIANE e INDIFESE hanno paura di uscire, se non accompagnate da persone valide. Ma questo è solo una goccia dei problemi che creano i clandestini in quanto, tali sono, e come tali li dobbiamo trattare. Basta col pietismo, basta con la filosofia delle teste vuote, qui ci vuole rigore, oppure il rigore è solo appannaggio di Monti e degli altri “professori” nei confronti dei pensionati italiani?

Commenti chiusi



Ultima Ora