nobile oil group

D’Orsi: la delegittimazione ed il massacro mediatico sovraespongono ed isolano

Il Presidente della Provincia Regionale di Agrigento, Eugenio D’Orsi, interviene in merito alla notizia, apparsa oggi su alcuni quotidiani, sull’udienza preliminare per la richiesta di rinvio a giudizio di dieci funzionari dell’ Ente, ribadendo la piena fiducia nella Magistratura e la correttezza dell’operato dei dipendenti. “L’ amara lettura dei giornali di oggi – ha detto Eugenio D’Orsi – mi impone, mio malgrado, di intervenire e non solo per ribadire l’assoluta correttezza del mio operato e dell’operato dei dirigenti e dei funzionari coinvolti, ma anche per evitare che questo stato di costante delegittimazione nei confronti della Provincia, si trasformi in un linciaggio mediatico contro persone che, svolgendo onestamente il proprio lavoro, hanno agito con estrema correttezza e con senso dello Stato. Ho affidato la difesa ai miei legali –ha continuato il Presidente – certo dell’assoluta correttezza dei Magistrati, giudicanti ed inquirenti, nei quali ripongo ogni incondizionata fiducia, soprattutto per il ruolo che gli stessi svolgono sempre e comunque al servizio della collettività. L’azione di “repulisti” e moralizzazione da me svolta alla Provincia è sotto gli occhi di tutti – anche se alcuni si ostinano a non volerne prendere atto, dimenticando, anche, tutte le intimidazioni subite; per tale ragione – conclude – percepisco uno stato di “paura”, sentimento che coinvolge interamente la mia famiglia, e ciò a causa di questa costante quanto eccessiva azione di delegittimazione che isola e sovraespone quanti la subiscono.

 

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on mag 24th, 2012 e catalogato in i Fatti, Provincia. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

4 Risposte per “D’Orsi: la delegittimazione ed il massacro mediatico sovraespongono ed isolano”

  1. franco scrive:

    Ogni volta che qualcosa non va, tira in ballo la sua famiglia. Ma è sicuro di aver sempre operato bene ed in modo corretto? Le auguro che possa dimostrare che le cose per le quali è accusato possano, siano solo frutto della fantasia “alterata” di magistrati e guardia di finanza. Qualcosa però mi dice che non sarà proprio così per tutto quanto. Forse a molti non è piaciuto il suo modo di governare. Forse nemmeno la sua convinzione di essere stato eletto per la sua figura con un plebiscito e non per la sua appartenenza ad una coalizione politica che avrebbe comunque espresso lo stesso risultato. Ma questo lo vedremo alle prossime elezioni. Di sicuro, non ha fatto una figura eccellente alle IENE , ne in altre occasioni di confronto.Ci rifletta.

  2. pino scrive:

    D’Orsi vada nelle aule giudiziarie a difendersi, ci sono state già 3 udienza rinviati, dimostri nel processo la sua estraneità nn con dei comunicati stampa di natura vittimistica

  3. Vincenzo scrive:

    La delegittimazione a D’Orsi non la danno i mezzi di informazione ma si delegittima da solo commettendo reati contro il bene comune e contro il denaro della pubblica amministrazione dello stato con i compagni di merenda chiamati Dirigenti alla Provincia di Agrigento.
    Abbia la compiacenza di tacere per rispetto alla Magistratura ed agli organi inquirenti che hanno fatto un ottimo lavoro. Ci vuole pulizia morale in politica altro che piagnistei . Niente lacrime di coccodrillo.

  4. lillo scrive:

    Il Presidende di un ente inutile come sancito con l’art 8 comma 5 del decreto 267/2000.
    Ergo il Governo nazionale ha deciso sulla soppressione.
    Ecco cosa ha fatto il Presidente in carico x gli ulimi 9 mesi.
    Una sfilza di consulenti pagati dal cittadino e nel mentre aumento la quota dell’rca auto 12 al 6%.
    Conferma 11 Assessori pagati con un’indennità di 3500 euro in sfregio alla crisi economica.
    http://www.provincia.agrigento.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2244. Ringrazio il direttore per la disponibilità concessa, da sito giornalistico libero e imparziale.

Commenti chiusi



Ultima Ora