nobile oil group

Agrigento, tentano di rubare in chiesa: due arresti

Hanno tentato un furto di candelabri in oro e paramenti sacri nella chiesa di Santa Croce, in salita Santa Croce, nel centro storico della Città dei Templi, ma sono stati sorpresi dai carabinieri e arrestati. Si tratta di due agrigentini Gaetano Spataro, 54 anni, impiegato ai Benio Culturali,  e Settimio Curaba, 61 anni, operaio. Ad entrambi il pubblico ministero Andrea Maggioni ha concesso gli arresti domiciliari in attesa della convalida. Spataro e Curaba sono difesi dall’avvocato Daniele Re. Sull’arresto dei due agrigentini è intervenuto il Capitano Giuseppe Asti: “L’intervento di due pattuglie di Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Agrigento, ha consentito di bloccare i due ladri proprio nel momento in cui stavano allontanandosi dalla Chiesa Santa Croce di Agrigento. Uno di loro aveva con se dei paramenti sacri ed alcuni candelabri. L’altro, alla vista dei Militari, ha tentato di scappare ma è stato subito tratto in arresto. Non si esclude la presenza di un terzo complice in merito al quale sono in corso accertamenti. Nella tarda serata di ieri, a Realmonte, ignoti hanno tentato di forzare la cassetta delle offerte posta nelle adiacenze di una edicola votiva dedicata a Padre Pio, situata in quella via Circonvallazione, fatto per il quale è al vaglio dei Militari dell’Arma un eventuale collegamento con gli arrestati di Agrigento. I due episodi, richiamano la nostra attenzione su un settore già sottoposto ad azione investigativa, cioè quello dei furti sacrileghi. Infatti a gennaio del 2010 i Carabinieri del Nucleo Operativo, a seguito di mirate indagini, hanno rinvenuto una statua raffigurante Santa Rita, svariati calici in oro, un messale per la celebrazione della Santa Messa e altri oggetti sacri in oro, rubati alcuni giorni prima dalla Chiesa Madonna della Divina Grazia di via Imera. Mi preme sottolineare l’importanza degli arresti di questa notte che pone in evidenza un duplice aspetto: il qualificato, tempestivo e preciso controllo del territorio svolto dai Carabinieri del servizio di Pronto Intervento del Nucleo Operativo e Radiomobile di Agrigento e l’immediata risposta data ai cittadini dalla quale consegue la sensazione di sicurezza. In assenza dell’attività svolta dai Carabinieri,la sconsiderata azione dei due malfattori avrebbe generato allarme, insicurezza e sconforto nella società civile e soprattutto sgomento in quella comunità parrocchiale”.

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on giu 3rd, 2012 e catalogato in Agrigento, Cronaca, SECONDO PIANO. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

2 Risposte per “Agrigento, tentano di rubare in chiesa: due arresti”

  1. Tex scrive:

    Impiegato ai beni culturali!!!! Dovrebbe perdere il lavoro tanto per cominciare.Purtroppo lo stato e’ assente!!!!

  2. Tex.70 scrive:

    Cambia nome quando scrivi.
    Tex quello vero si occupa solo di Akragas.
    Forza Akragas ieri, oggi, domani e per sempre!

Commenti chiusi



Ultima Ora