nobile oil group

Licata, immigrati tentano fuga dal centro: agente ferito

Un poliziotto è stato picchiato da alcuni dei 39 immigrati che hanno tentato una fuga dal centro di accoglienza di via Panepinto, a Licata.L’agente è finito al pronto soccorso, dove medicato, è stato giudicato guaribile in dieci giorni. Uno dei protagonisti della rivolta è stato arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale. Degli altri 38 fuggitivi, 20 sono stati subito bloccati, gli altri hanno fatto perdere le tracce. I 39 immigrati fanno parte del gruppo di marocchini e tunisini sbarcati l’altro giorno sulla spiaggia di Ribera. Intanto sono stati trasferiti sempre a Licata i 43 nordafricani, approdati ieri mattina al porto di Porto Empedocle. Nel corso delle prime operazioni dal piazzale della struttura di accoglienza adiacente al porto empedoclino, gestita dalla Protezione civile ed attualmente inagibile, un giovane nordafricano è uscito dalla coda che conduceva al pullman ed è scappato, riuscendo solo per un momento a sfuggire al controllo delle forze dell’ordine. Dopo un breve inseguimento (nelle foto), è stato riacciuffato dagli agenti. Si era nascosto tra la sterpaglia e un muro di cinta di un terreno.

 

 

 

 

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on giu 3rd, 2012 e catalogato in Cronaca, Provincia, SECONDO PIANO. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

1 Risposta per “Licata, immigrati tentano fuga dal centro: agente ferito”

  1. cratide scrive:

    e li andiamo a prendere pure in alto mare…….in pasto ai pesci li dobbiamo lasciare si meritano questo ed altro.Non se ne può più,basta lasciamoli al loro destino,questi sono delinquenti, lo stato deve essere più intransigente,fuori dalle p………………e, tutti!!.
    N.B…….so x certo che non lo pubblicate. Cmq grazie.

Commenti chiusi