nobile oil group

Che febbre per l’Akragas

Ultimata questo pomeriggio la preparazione allo stadio Esseneto, la comitiva dell’Akragas è già in ritiro. Tutto è pronto per la finalissima di domani contro la Cavese. Novanta minuti che valgono un’intera stagione. L’Akragas parte favorita dopo il 2 a 2 del match d’andata in Campania. Ai biancazzurri basterà anche pareggiare 0 a o oppure 1 a 1. L’Esseneto si presenterà con una cornice di pubblico come non si vede da anni. Si calcola che domani saranno almeno 3500 gli spettatori. Sono stati venduti biglietti un pò ovunque anche nel Palermitano. C’è una grande  attesa anche tra il tifo più caldo che per la finale ha preparato anche una coreografia che rimarrà indelebile nella mente di tutti gli appassionati. Sul fronte squisitamente tecnico, Montalbano ha ancora qualche nodo da sciogliere. Possibile uno schieramento a una sola punta, Marasco che verrebbe supportato da Guastella con Bennardo in panchina. In difesa al posto dello squalificato Morgana è pronto Capraro. Calcio d’inizio alle ore 16. I cancelli dello stadio verranno aperti intorno alle 14,30.

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on giu 16th, 2012 e catalogato in Calcio, Sport. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

2 Risposte per “Che febbre per l’Akragas”

  1. Tex.70 scrive:

    La finale e’ arrivata!
    Non ci sono scuse che tengono: chi ama Agrigento e l’Akragas oggi dovrà essere presente all’Esseneto e sostenere la squadra a realizzare l’obiettivo atteso da troppi anni.
    Tutti all’Esseneto!
    Forza Akragas ieri, oggi, domani e per sempre!

  2. red scrive:

    addio sogni di gloria………….

Commenti chiusi



Ultima Ora