nobile oil group

La prova costume? Per le giovanissime un grosso problema

La ricerca e scelta del costume da bagno per le donne più giovani è fonte di stress: lo rivela un’indagine realizzata da Aristofonte.com(www.aristofonte.com), il portale dedicato alle ragazze che cercano una relazione con un uomo più grande di loro.

Secondo Aristofonte.com questo fenomeno riguarda soprattutto le ragazze di età compresa tra i 18 e i 24 anni. Il 78% delle ragazze in questa fascia di età dichiara infatti che per loro la ricerca e scelta del costume da bagno è fonte di insoddisfazione.

«Un’insoddisfazione che si origina molto spesso a causa di un problema di autostima che si scatena al momento di dover scegliere il costume da bagno, facendo sentire temporaneamente depresse le ragazze più giovani» spiegano i responsabili del portaleAristofonte.com, il primo sito di incontri per giovani donne e uomini di successo che vogliono conoscersi per una relazione formale, informale o per amicizia.

Nella fascia di età compresa tra i 25 e i 31 anni la percentuale delle donne insoddisfatte per la prova costume scende invece al 49%, dai 32 ai 38 anni scende ulteriormente al 35% e dai 39 anni in su al 28%. Insomma, secondo questo sondaggio realizzato da Aristofonte.com su un campione di 2 mila donne di età compresa tra i 18 e i 50 anni, le donne più grandi si dimostrano più sicure di sé, anche se comunque rimane una percentuale rilevante di donne insoddisfatte in ogni fascia di età.

Cosa fa scattare questa insoddisfazione? Secondo i dati raccolti dal portale Aristofonte.com nella maggiorparte dei casi la molla dell’insoddisfazione scatta automaticamente al momento di provare il costume in camerino e la presenza degli altri è totalmente secondaria: si tratta di una questione di percezione soggettiva indipendente dal giudizio degli altri.

«Quando le più giovani si provano il costume in camerino si sentono spesso a disagio, soprattutto se indossano un bikini. Se il costume da bagno non cade alla perfezione sorge in loro spontaneo trovarsi mille difetti» puntualizzano i responsabili del portale Aristofonte.com.

Per le più giovani è come se il corpo al naturale non bastasse più ed è così che il 21% delle ragazze di età compresa tra i 18 e i 24 anni dichiara di prendere seriamente in considerazione un intervento di chirurgia plastica, soprattutto per avere un seno più grande (mastoplastica additiva) e per togliere il grasso in eccesso (liposuzione).

La propensione ad intervenire chirurgicamente sul proprio corpo scende al 14% nella fascia di età compresa tra i 25 e i 31 anni e all’8% dai 32 ai 38 anni, mentre sale invece al 26% dai 39 anni in su.

Qualche consiglio? «Evitare di specchiarsi troppo e non prendere seriamente i modelli proposti dalla pubblicità e dalle riviste patinate che non di rado pubblicano suggestive immagini di donne che spesso sono il risultato di sapienti ritocchi con il Photoshop» sostiene il portale Aristofonte.com.

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on giu 22nd, 2012 e catalogato in Costume e Società. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

1 Risposta per “La prova costume? Per le giovanissime un grosso problema”

  1. luco scrive:

    Certo, non potevano mancare due, tre foto di culi.. Sarebbe stato strano!

Commenti chiusi