nobile oil group

Processo D’Orsi, le accuse del comandante della Guardia di finanza

Eugenio D'Orsi

E’ stata dedicata all’escussione del comandante provinciale della Guardia di finanza Pasquale Porzio, l’udienza di ieri del processo contro il presidente della Provincia Regionale di Agrigento, Eugenio D’Orsi, chiamato a rispondere di  peculato, concussione, abuso d’ufficio e truffa aggravata. L’ufficiale delle Fiamme gialle ha evidenziato come le penne Mont Blanc, i fermacarte in cristallo, le borse, 1.600 distintivi da giacca con il logo della Provincia furono acquistati dall’Ente sempre dagli stessi commercianti, senza tenere conto di alternative. Porzio a evidenziato una sorta di metodo: non sarebbe stata la Provincia a scegliere questo o quel commerciante ma il contrario. Per quanti riguarda le palme, Porzio ha detto che “erano state acquistate dalla Provincia, ma le abbiamo ritrovate nella proprietà di D’Orsi. C’era l’agronomo Alletto nel cantiere ad assistere alla piantumazione in orario d’ufficio, come altri operai dell’Ente”.

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on giu 26th, 2012 e catalogato in Agrigento, Cronaca. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

3 Risposte per “Processo D’Orsi, le accuse del comandante della Guardia di finanza”

  1. Pietro scrive:

    Bravo D’orsi!ti meriti da Professore un bel voto: 0

  2. enzo scrive:

    Speriamo che D’Orsi abbia il buon senso di risparmiarci di doverlo sonoramente bocciare alle prossime elezioni provinciali! ma dubito fortemente che faccia un passo indietro e quindi andra’ incontro ad una cantonata politica che ricordera’ a vita!!!!!

  3. indignato scrive:

    E IL PROCESSO DI OGGI AI DIECI FUNZIONARI COM’è FINITO? POSSIAMO AVERE NOTIZIE O NO?

Commenti chiusi



Ultima Ora