nobile oil group

Esercitazione antincendio questa mattina nel porto di Porto Empedocle

Esercitazione antincendio questa mattina all’interno dello scalo marittimo di Porto Empedocle. Il test, predisposto dalla Capitaneria di Porto, vede periodicamente coinvolti la Guardia Costiera, i Vigili del fuoco, il 118, gli Operatori portuali e le altre Forze di polizia, per testare la prontezza del soccorso e l’efficienza di uomini e mezzi. La simulazione ha riguardato un intervento per incendio scoppiato bordo del rimorchiatore Cile ormeggiato presso la banchina Ammiraglio Sciangula, all’interno del porto di Porto Empedocle. Intorno alle ore 11 il Rimorchiatore Vigata lancia il segnale acustico di allerta incendio in quanto nota delle fiamme uscire dalla cabina di pilotaggio del rimorchiatore Cile, in disarmo, ormeggiato in banchina. L’allarme viene comunicato via radio alla sala operativa della Guardia Costiera che attiva subito la macchina operativa dei soccorsi. Viene disposta l’uscita di una motovedette della Guardia Costiera, per mettere in sicurezza la zona ed impedire ad altre imbarcazioni, in transito nello scalo marittimo, di avvicinarsi e rimanere a distanza di sicurezza. Si dispone che lo stesso rimorchiatore Vigata, dotato di potente manichetta, inizi a spegne l’incendio e si richiede l’intervento di una autobotte dei Vigili del fuoco e, precauzionalmente, anche se non ci sono persone coinvolte direttamente nell’incendio, di una ambulanza del 118. In banchina arriva una autopattuglia della Capitaneria di Porto con l’Ufficiale tecnico ed il Nostromo per gestire sul posto l’emergenza; arrivano anche gli operatori portuali ed il personale della altre forze di Polizia. La Sala operativa comunica che ne l’autobotte dei Vigili del fuoco e neanche l’ambulanza del 118, possono immediatamente intervenire in quanto entrambi impegnati in altri soccorsi. L’operazione di spegnimento viene quindi portata a termine direttamente, grazie soprattutto ai potenti idranti di cui il rimorchiatore Vigata dispone, e con l’ausilio della Motovedetta della Guardia costiera. “L’esercitazione – ha commentato il comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Fregata Rinaldo Di Martino – ha evidenziato un ottimo grado di preparazione e la competenza di tutti gli uomini e la sinergia tra i diversi Enti interessati. Un tempo di intervento rapidissimo ed un grado di efficienza ottimo che sicuramente potrà tornare utile in caso di scongiurata, reale necessità”.

 

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on giu 28th, 2012 e catalogato in i Fatti, Porto Empedocle. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

Commenti chiusi



Ultima Ora