nobile oil group

Trattativa Stato-mafia, Mannino: “Volevano uccidermi, ora divento accusato”

Calogero Mannino

“Con sbalordimento registro che da parte lesa, visto che Cosa Nostra voleva uccidermi, mi accusano per un’ipotesi di reato che non ha precedenti”. Così l’ex ministro Calogero Mannino, di Sciacca, per cui ieri i Pm di Palermo hanno chiesto il rinvio a giudizio nell’ambito dell’inchiesta sulla trattativa Stato-mafia. I pm palermitani “mi tengono nel mirino dal ’93″, sostiene Mannino. “Mi dicano e mi provino quando, dove e con chi avrei indotto” la trattativa. “Il resto è solo un sospetto artificioso”. Mannino smentisce di aver attivato il canale del Ros a sua tutela attraverso Guazzelli. “Non gli ho sollecitato iniziative a mia tutela. Mi chiese che strada ero solito fare per recarmi da Palermo ad Agrigento o a Sciacca. Era preoccupato per ipotesi di attentati col tritolo nelle gallerie”, racconta. “Gli chiesi scherzando: dopo Lima vogliono ammazzare pure me? Quando uccisero Guazzelli a Menfi, in attesa di Cossiga, parlai con Borsellino e gli riferii il colloquio”. L’ex ministro nega con forza di aver chiesto l’attenuazione del 41 bis. “È impossibile perchè io stesso – spiega – avevo sostenuto un anno prima, quando si discusse del decreto Andreotti sul carcere duro, che i dubbi di costituzionalità fossero superati per dare una risposta forte dello Stato alle stragi”.

Lascia un Commento

commenti









Scritto da on lug 25th, 2012 e catalogato in Agrigento, Cronaca, In Sicilia, Provincia, Sciacca. Commenti e pings sono chiusi.



Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

2 Risposte per “Trattativa Stato-mafia, Mannino: “Volevano uccidermi, ora divento accusato””

  1. vero onesto scrive:

    Non si preoccupi “Onorevole” Mannino, se riuscirà anche stavolta a farsi assolvere, la storia la ricorderà per quello che realmente lei è e di noi tutti siamo consapevoli… così come per l’”onorevole” e senatore a vita andreotti e per il più grande premier della seconda repubblica: l’illibato “Cavaliere” Berlusconi, così come per molti altri onestissimi “onorevoli” contro i quali si accaniscono i malvagi e terribili lupi cattivi: i p.m.
    non si capisce come mai in queste favole a rivestire il ruolo di cappuccetto rosso siano sempre gli imputati, soprattutto se politici.
    Propongo ai politici di riscrivere la costituzione, eliminare la magistratura togliendole il Potere Giurisdizionale e affidare quest’ultimo al Parlamento. solo così il popolo italiano potrà finalmente accorgersi di essere sotto l’oligarchia di una serie di ignoranti e delinquenti, eletti grazie ad una legge fascista che consente ai partiti di decidere le persone che devono governarci: QUESTA E’ STATA LA SALVEZZA DEI POLITICI COLLUSI E MAFIOSI CHE ORA SIEDONO IN PARLAMENTO.
    LA STORIA VI RICORDERà PER QUELLO CHE REALMENTE SIETE.

  2. ernesto scrive:

    GALERA!!!!!!! AI LADRI ED AI FARABUTTI!!!!!!!!!!GALERA NON POLTRONE E PENSIONI D’ORO!!!!!GALERA!!!NON PRIVILEGI!!!!!!!!!!QUESTI HANNO ROVINATO L’ITALIA!!!!!!!!!!QUESTI HANNO FATTO IN MODO CHE I NOSTRI FIGLI NON ABBIANO NESSUNA CERTEZZA!!!!!!!LADRIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!MASCALZONI!!!!!!!!!!

Commenti chiusi



Ultima Ora