Processo D'Orsi, terzo rinvio in un mese

Processo D'Orsi, terzo rinvio in un mese

0 22

Terzo rinvio del processo a carico del presidente della Provincia Eugenio D’Orsi, accusato di truffa, peculato, concussione e abuso d’ufficio. Il primo per lo sciopero degli avvocati, poi un impegno dei magistrati, infine ieri un altro slittamento, deciso dal presidente della prima sezione penale Ottavio Mosti, che con un provvedimento ha fissato per il 30 aprile l’inizio del dibattimento. Intanto si conosce il primo teste citato dalla Procura, il comandante della Guardia di finanza di Agrigento, Pasquale Porzio. Fra le accuse contenute nei cinquanta capi di imputazione, ci sono quelle relative alle presunte irregolarità nella liquidazione delle spese di rappresentanza. L’ipotesi di peculato riguarda, invece, le 40 palme di proprietà dell’Ente, piantumate nella villa di D’Orsi, nel quartiere di Montaperto.

Articoli Similari

Nessun Commento

Lascia un commento